Seguimi su Facebook Seguimi su Instagram Seguimi su Pinterest Seguimi su Youtube Seguimi su Twitter Scrivimi una email
Handmade Jewelry - Gioielli fatti a mano

28/04/17

Genesi del ciondolo ad embroidery

Creare qualcuno di completamente nuovo non è mai semplice. Certe volte può essere un lavoro semplice e veloce, altre volte bisogna rimuginarci più e più volte. Quest'ultimo caso riguarda il mio ultimo ciondolo realizzato ad embroidery, cioè ricamando le perline. Era il lontano settembre 2016 quando ho iniziato a crearlo e l'ho finito solo pochi giorni fa.

Per prima cosa ho iniziato incollando il cabochon (una goccia di agata) su una stoffa e ho iniziato a ricamare le perline tutto intorno. Quando faccio l'embroidery non ho mai una idea precisa di cosa fare, creo mentre faccio sostanzialmente! L'unica certezza che ho riguarda il colore, scelgo a monte i colori da abbinare alla pietra e poi vado avanti seguendo la creatività del momento!

A fine settembre, la creazione era così ma non mi entusiasmava. Qualcosa sì, qualcosa no e mi sono stoppata per mesi. Più lo guardavo e più mi dicevo che dovevo studiare meglio l'idea finale... una idea che in realtà non avevo chiara, sapevo però che quello che vedevo non mi rendeva orgogliosa del lavoro fatto. Così l'ho accantonato per molti mesi, in attesa di ritrovare l'inspirazione giusta. Ogni tanto tornavo a guardarlo e non riuscivo a farmelo piacere.
Passano i mesi...

Riprendo il ciondolo solo qualche giorno fa e decido di mettermi a lavoro! Inizio a scucire alcuni giri di perline che non mi piacevano affatto. So che scucire un lavoro fatto per molti è un piccolo infarto, tuttavia continuare a guardare un lavoro fermo perché non ci piace o non ci convince credo sia decisamente peggio.
Scucio, sistemo, aggiungo, rielaboro tenendo conto di quello che mi piaceva ma che avevo dovuto scucire per levare altro... e arrivo alla fine. Fodero il retro del medaglione con altre perline ed ecopelle. Aggiungo un nastro di organza e un cordoncino abbinati ai colori della pietra e delle perline, in modo da rendere più elegante e raffinato il gioiello. Una catena, a mio parere, che avrebbe fatto troppo contrastato e svalutato la bellezza di simile lavoro.


Et voilà, gioiello ultimato dopo tantissimi mesi. Se ti piace il ciondolo, puoi trovare i link diretti dei miei negozi cliccando qui.
Questa storia la racconto perché creare significa sapere quando si inizia ma non sapere quando la creazione verrà ultimata per davvero! Talvolta l'inghippo si risolve in poche ore, in pochi giorni, certe volte in molto più tempo. Non è certo la prima creazione che avevo in stand-by, ne ho ancora tante altre che per i motivi più disparati non mi piacciono o non mi convincono.

Creare non è mai una storia semplice :D



Nessun commento:

Posta un commento